La meditazione e le pratiche contemplative applicate alla società contemporanea. Convegno internazionale a Padova dal 19 al 23 giugno

Padova, 19-23 giugno 2024

La meditazione per affrontare le sfide contemporanee: se ne parla
al convegno più innovativo dell’anno sulla ricerca contemplativa
grazie al dialogo interdisciplinare tra oltre 200 studiosi da tutto il mondo

Un campo di studi innovativo arriva in Europa, con un convegno internazionale organizzato da Università di Padova, Centro Studi di Unione Buddhista Italiana,
Mind and Life Europe e International Society for Contemplative Research

La meditazione e le pratiche contemplative applicate alla società contemporanea: questo il tema del convegno internazionale che si tiene a Padova, in varie sedi, dal 19 al 23 giugno e che propone incontri, workshop, panel, pratiche contemplative e sessioni plenarie in un dialogo interdisciplinare con oltre 200 studiosi provenienti da tutto il mondo. Il convegno rappresenta uno degli appuntamenti più innovativi a livello internazionale in tema di ricerca contemplativa, per spiegare quale apporto possono offrire le tradizioni contemplative nell’affrontare le sfide legate all’incertezza del mondo contemporaneo dovuta ai rapidi cambiamenti climatici, geopolitici, sociali e tecnologici.
Intitolato “Embodied Cognition and Intersubjectivity in Uncertain Times: Interdisciplinary Frameworks for Contemplative Research and Education”, il convegno è organizzato dall’Università di Padova (Master in Contemplative Studies), dal Centro Studi di Unione Buddhista Italiana, dal Mind and Life Europe e dalla International Society for Contemplative Research.
Gli oltre 200 studiosi sono ricercatori di diverse discipline – filosofia, psicologia, sociologia, pedagogia, antropologia, neuroscienze, scienze delle religioni – provenienti da università e centri di ricerca di tutto il mondo e presentano i loro progetti e studi più innovativi dedicati alla ricerca sulla meditazione. Il risultato è un dialogo interdisciplinare che stimola il confronto e l’analisi delle intuizioni delle principali tradizioni contemplative, nell’intento di integrarle nelle società contemporanee.

Ad arricchire il programma del convegno, alcuni workshop con contributi a più voci che approfondiscono le varie tematiche correlate ai Contemplative Studies, tra cui l’educazione contemplativa, l’inclusività e la giustizia sociale, nonché le sfide che la ricerca interdisciplinare comporta nel tentativo di misurare l’ineffabile dell’esperienza meditativa.
Non mancano alcuni momenti conviviali tra cui Playing the Present. Music for Awakening, un’esperienza di “deep listening” con il Musicafoscari Ensemble, un gruppo di musicisti che propone un approccio contemplativo alla musica e al suono (appuntamento dedicato ai partecipanti al convegno, 21 giugno, ore 20.45 – Centro Culturale San Gaetano).

Tra gli oltre 200 studiosi presenti, Bret Davis, esperto di meditazione zen e filosofia comparata; Rhonda Magee, che da decenni si occupa del delicato intreccio tra l’esercizio della giurisprudenza e la sensibilità che le pratiche meditative suggeriscono in merito a temi di giustizia sociale; Anne Klein, che lavora da sempre sulle modalità con cui è possibile attualizzare la tradizione buddhista tibetana nel mondo d’oggi.
Altro nome di spicco è Franz Vollenweider, psichiatra, che presenta il suo lavoro sullo studio delle sostanze psichedeliche e degli stati alterati di coscienza dal punto di vista delle scienze cognitive. Non ultima Claire Petitmengin, massima esponente delle metodologie della microfenomenologia nel campo della ricerca contemplativa, attenta a valorizzare l’apporto dell’esperienza soggettiva agli studi sulla meditazione svolti in collaborazione con le neuroscienze e le scienze cognitive. Interviene anche Marcello Ghilardi, esperto in intercultura e nelle tradizioni filosofiche e contemplative di Cina e Giappone, nonché vice-direttore del Master in Contemplative Studies dell’Università di Padova.

Il convegno “Embodied Cognition and Intersubjectivity in Uncertain Times: Interdisciplinary Frameworks for Contemplative Research and Education” si rivolge a studiosi, ricercatori e studenti, ma anche a tutti gli appassionati al tema della meditazione e delle pratiche contemplative. Si svolge in più sedi della città di Padova: Centro Culturale San Gaetano, Polo Beato Pellegrino, Palazzo Liviano e Palazzo del Capitanio.
Per informazioni su costi e iscrizioni: https://iscrsociety.org/registration/

È in lingua inglese, con disponibilità di un servizio di traduzione simultanea in italiano per tutte le sessioni plenarie e per un filone di sessioni parallele.

Per info: master.contemplativestudies@unipd.it
https://gategate.it/iscr-conference-2024/
https://iscrsociety.org/2024-conference/

Milano, giugno 2024