Centro Ewam – “Il Racconto del Sogno” di Aryia Nagarjuna

I Quattro Centri italiani della FPMT:

Centro Ewam (Firenze)

Centro Lama Tzong Khapa (Treviso)

Nyingje Ling Land of Compassion (Verona)

Centro Thubten Kunkyen (Napoli)


su consiglio del Ven. Ghesce Jampa Gelek presentano il corso:
IL RACCONTO DEL SOGNO
di Aryia Nagarjuna commentato dal Ven. Ghesce Jampa Gelek
in presenza presso il Centro Ewam di Firenze e on line su Zoom
Sabato 20 aprile dalle 15.30 alle 18.00
Domenica 21 aprile dalle 10.00 alle 12.30


Cosa faresti se vedessi un gioiello che esaudisce i desideri in una pozzanghera, scintillare attraverso il fango che lo ricopre? Lo ignoreresti e continueresti a camminare? Sembra che la risposta sia ovvia.
Se ignoriamo o gettiamo via il gioiello che esaudisce i desideri, non ci aiuterà. Ma se lo raccogliamo, lo puliamo e lo disponiamo in un luogo puro, sarà in grado di esaudire i nostri desideri.
In generale, i nostri desideri riguardano il nostro benessere personale, distinguendo tra noi e gli altri, “mio” e “loro”; questo atteggiamento rafforza la nostra autostima, provoca sentimenti contrastanti, crea preferenze, ci fa giudicare e ci fa agire in un modo che presumibilmente ci porterà felicità, anche se è a discapito degli altri.
Qual è il valore di tali desideri? Possiamo cambiare questo atteggiamento con un atteggiamento che possa portare felicità incessante?
In questo insegnamento studieremo “Il racconto del sogno” che esaudisce i desideri”, un testo affascinante di Arya Nagarjuna, che descrive il gioiello che esaudisce i desideri come una similitudine: una similitudine della mente che desidera beneficiare tutti gli esseri senzienti ovunque si trovino.
La mente che desidera beneficiare tutti gli esseri senzienti è proprio come un gioiello che esaudisce i desideri, poiché avendo il desiderio di beneficiare gli esseri senzienti e incrementandolo continuamente, alla fine saremo in grado di portare felicità continua a noi e agli altri.
A volte sembra che sperimenteremo carenze e problemi se ci concentriamo su azioni per il beneficio degli altri. Questo sentimento errato contraddice l’idea stessa che la felicità sia il risultato della mente che desidera beneficiare gli altri.
Anche gli esseri senzienti stessi sono come un gioiello che esaudisce i desideri: se li trascuriamo e non li aiutiamo, non avranno il potenziale per aiutare noi stessi. Ma se ne prenderemo alcuni, li sosterremo, li aiuteremo, saranno causa di felicità temporanea e causa della felicità finale dell’illuminazione.
L’atteggiamento di prendersi cura degli altri è un gioiello che esaudisce i desideri. Rafforzando il nostro atteggiamento di prenderci cura degli altri ridurrà il nostro egocentrismo, il nostro sentimento di “io e mio”, le nostre afflizioni e la nostra sofferenza fisica e mentale.
Il Racconto del Sogno, basato su ragionamenti, aiuta a sviluppare e praticare l’amore e la compassione per tutti gli esseri senzienti. 
Il Venerabile Ghesce Jampa Gelek è un ghesce lharampa che oltre ad avere concluso con successo gli studi a Sera Ge, ha anche approfondito la sua preparazione nel tantra, ed è perciò qualificato anche nel dare iniziazioni e commentari. 

 


Vi aspettiamo!
Nel Dharma,
www.ewam.itinfo.ewam@gmail.com