Fondazione Maitreya – Cinema Buddhista

Dopo Roma e Cagliari la rassegna INCONTRI CON IL CINEMA BUDDHISTA 2023  si conclude a Firenze nello Spazio Cinema e libreria Giunti Odeon via degli Anselmi 3 mercoledì 13 dicembre 2023.

Nel promuovere la cultura cinematografica mondiale ispirata al sentiero tracciato dal Buddha, la cui non-violenza affonda le sue radici nella coscienza religiosa dell’uomo, la  Fondazione Maitreya – Istituto di cultura buddhista e Asiatica Film Festival, con il sostegno dell’otto per mille dell’Unione Buddhista Italiana (UBI) e in partnership con EGA European Gate to Arts e Giunti Odeon  propone una giornata sul tema :

 

“La concezione della mente nella vita e nella morte secondo la tradizione buddhista tibetana”

Alle ore 18.30 presentazione libro

Dalai Lama

SCIENZA E FILOSOFIA NEI CLASSICI BUDDHISTI INDIANI – II

Volume 2 – La mente. A cura di Thupten Jinpa. Traduzione italiana di Fabrizio Pallotti

Ubaldini editore 2023

Interviene  Gabriele Piana Insegnante di filosofia buddhista e meditazione

Modera Maria Angela Falà Presidente Fondazione Maitreya

Alle 21.00 proiezione del film

Tukdam: between worlds di Donagh Coleman Finlandia 2022 Durata: 91’

Il film mostra la prima ricerca scientifica condotta dal famoso neuroscienziato Richard Davidson sul fenomeno dei grandi maestri buddhisti e dei grandi meditanti che deceduti secondo i canoni della scienza occidentale non mostrano segni di morte per giorni o settimane. Il fenomeno è documentato in una prospettiva scientifica: inspiegabile per i neuro-scienziati, da indagare per il Dalai Lama, con una serie di dialoghi tra esperti occidentali e maestri della tradizione tibetana  nel tentativo di svelare il mistero del tukdam.

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI.

 

Donagh Coleman, regista finlandese-irlandese-americano, laureato in Filosofia e Psicologia e in Musica e Tecnologie dei Media al Trinity College di Dublino, e ha conseguito un Master in Studi Asiatici presso l’UC Berkeley. Tra i suoi film precedenti, i documentari premiati A Gesar Bard’s Tale e Stone Pastures.

Gabriele Piana ha svolto un dottorato di ricerca in filosofia sull’opera di Jacques Derrida, ha

insegnato filosofia al liceo e all’Università come ricercatore di filosofia morale, traducendo testi,

collaborando alla stesura di dizionari e manuali scolastici, scrivendo articoli e alcuni libri.

Dal  2010 tiene numerosi corsi sul buddhismo e guida ritiri di meditazione presso diversi centri FPMT. Insegna al Master in Neuroscienze, Mindfulness e Pratiche Contemplative presso

l’Università di Pisa, al Master in Meditazione e Neuroscienze presso l’Università di Udine e al

Master in Contemplative Studies presso l’Università di Padova.